La Guida Definitiva per essere sicuro al 100% di ottenere un mutuo

Come poterti presentare davanti al funzionario con un sorriso a 32 denti come se i soldi del mutuo fossero già sul tuo conto!

“Ci dispiace, ma la nostra banca non le può concedere il mutuo!”.

Queste parole fanno male quanto un pugno dritto allo stomaco.

In un istante ti scorre davanti agli occhi tutta la fatica che hai fatto per arrivare a quel momento:

  • I litri di benzina consumati e i pomeriggi sotto al sole chiuso in macchina rimbalzando da una parte all’altra del paese a visitare case, sperando di scovare quella dei tuoi sogni… 
  • L’agente immobiliare che al telefono continuava a ripeterti come una goccia cinese: “Secondo me questa casa è quella giusta”…
  • Il batticuore e la commozione quando finalmente hai messo piede dentro una casa e subito hai detto: “Sì, è quella giusta!”… 
  • La pesante pila di documenti che hai dovuto recuperare (alcuni anche pagati di tasca tua) per dimostrare di ‘meritarti’ il mutuo agli occhi della banca… 

E poi la stessa banca ti nega il mutuo come se tu non avessi fatto proprio un bel niente.

Una ghigliottinata in piena regola.

Tra le “vittime” di questo sopruso, con cui ho parlato, non ti nego che c’è chi confessa di aver voluto strozzare il funzionario per la rabbia…

Altri che hanno trattenuto le lacrime e si sono morsi la lingua pur di non demoralizzare anche il proprio partner lì presente… 

E stiamo parlando di migliaia di persone che ogni anno vivono sulla loro pelle questa dolorosa situazione.

Ma se stai leggendo questa Guida hai l’immensa opportunità di scoprire come risparmiarti una tortura di tale livello.

Perché in questo articolo ti rivelerò:

  1. L’inconfessabile motivo per cui le banche ti negano un mutuo (che non ha a che vedere con il tuo contratto lavorativo e con il tuo reddito).
  2. L’errore clamoroso che commettono gli agenti immobiliari che ti fanno perdere tempo per richiedere un mutuo che non ti arriverà mai.
  3. Come essere sicuro al 100% che la banca ti concederà il mutuo così da poterti presentare davanti al funzionario con un sorriso a 32 denti come se i soldi del mutuo fossero già sul tuo conto!

Quindi, non perdiamo altro tempo ed entriamo subito nel vivo del discorso.

Cominciamo sbrogliando il primo nodo fondamentale che ti aiuterà a comprendere meglio i successivi…  

 

1. Perché le banche ti negano il mutuo anche se hai un lavoro a tempo indeterminato e un reddito continuo

Queste che ti ho appena citato sono le condizioni che addolciscono subito un funzionario della banca.

In fondo, anche tu getteresti il cuore oltre la siepe se una persona avesse le carte in regola per restituirti un prestito, vero?

Messa così, potremmo anche buttare via la questione in un sacco nero e dimenticarcene… 

Non fosse che in questo periodo storico, né un contratto a tempo indeterminato, né uno stipendio stabile, sono abbastanza persuasivi nei confronti di una banca. 

Come si spiegherebbe altrimenti il fatto che una ragazza con lavoro a tempo indeterminato da 1800 euro al mese è riuscita ad ottenere un mutuo solo con la garanzia dei genitori?

Beh, una spiegazione c’è e parte dal sistema di prestito tra la Banca Centrale Europea e le banche italiane

È un meccanismo molto semplice da spiegare:

  1. Le banche italiane – non avendo soldi per concedere mutui immobiliari – ricevono prestiti a tassi agevolati dalla BCE per concederli a persone e aziende.
  2. Poi le banche italiane concedono i mutui alle persone e alle aziende con dei tassi di interesse e facendo investimenti finanziari in modo da rientrare nel prestito della BCE.

Fin qui tutto chiaro?

Bene, perché è proprio qui che il meccanismo si rivolta contro se stesso a causa delle cosiddette “insolvenze”. 

Se le persone e le aziende sono insolventi, cioè non riescono a ripagare i mutui, nemmeno le banche riescono a restituire il prestito alla BCE.

E le banche paradossalmente finiscono indebitate con la BCE.

Il problema vero sta nel fatto che, a causa della crisi, le persone e le aziende non potevano pagare i mutui, perciò le insolvenze stesse sono aumentate. 

Di conseguenza, le banche non hanno fatto altro che indebitarsi sempre di più.

E arrivate ad un disastroso 2020, alle banche non conviene più concedere mutui!

Infatti, per “proteggersi”, statisticamente le banche accettano solo 2 richieste di mutuo su 10 agli under 35 che, di solito, sono giovani coppie ad un passo dal matrimonio. 

Ma non è che se sei più “anziano”, allora la banca è molto più propensa a concederti un mutuo… 

Infatti, le banche accettano 4 richieste su 10 per la fascia d’età compresa fra i 36 e i 45 anni.

Ora, se stiamo parlando di mutui, prima o poi dovranno entrare in scena anche gli agenti immobiliari… 

E infatti è qui che entrano in gioco!

Ma non tutti, eh… 

Parliamo solo di quelli che sembrano dimenticarsi di questa statistica…

E ti propongono un controverso stratagemma legale per uscirne… 

 

2. L’errore degli agenti immobiliari che ti costringono a perdere tempo per un mutuo che non riceverai mai.

Ammetto che non è corretto chiamarlo “errore”, perché alla base c’è una peculiare proposta d’acquisto al 100% legale.

Infatti, è stata creata appositamente per mettere al riparo sia il venditore che l’acquirente in fase di compravendita… 

Il problema è che gli eventuali effetti negativi li “paga” solo l’acquirente. 

Sto parlando della proposta di acquisto immobiliare subordinata (o condizionata) al mutuo.

Perciò, detto nella maniera più semplice possibile…

Questa particolare proposta di acquisto permette di bloccare un immobile in vendita in attesa che la banca conceda il mutuo.

Ma soprattutto, nel caso in cui la banca neghi il mutuo, l’acquirente non è vincolato a comprarla, e di conseguenza la proposta decade.

In questo modo sono tutelati sia il venditore da possibili ritardi o addirittura dalla mancata vendita, che l’acquirente.

Messa così sembra che non ci sia nessun problema, vero?

Di per sé, la proposta d’acquisto subordinata è una cosa giusta… 

Anche noi di Prodigio Immobiliare la ‘proponiamo’ (perdona il gioco di parole) ai nostri clienti… 

Ma lo facciamo tenendo conto di uno dei problemi più grandi di questa proposta.

A volte non ci si pensa nemmeno, ma…

Una domanda di mutuo richiede tempo e, soprattutto, non è detto che vada a buon fine!

Infatti, ce ne vuole sia perché l’acquirente presenti la domanda, sia perché la banca porti a termine l’”istruttoria del mutuo”, cioè verifichi la fattibilità del finanziamento.  

Infatti, quando un acquirente vuole chiede un mutuo alla banca, questo deve:

  1. Raccogliere tutti i documenti da presentare per la richiesta (reddito, estratto conto, planimetrie, etc), a volte dovendoli pure pagare di tasca propria,
  2. Fissare un appuntamento con il tecnico della banca che deve entrare in casa per fare la perizia dell’immobile (perché altrimenti l’istruttoria non può partire),
  3. Camminare sulle spine finché la banca non conclude l’istruttoria

E se la banca poi non gli concede il mutuo, non potrà comprare la casa e avrà solo perso un sacco di tempo per un danno – il mutuo negato – e la beffa di non sapere se una seconda banca glielo concederà.

Perché pur avendo i documenti da presentare già in mano, un’altra banca dovrebbe comunque fare una nuova perizia e una nuova istruttoria… 

Quindi, se lo chiamo “errore” è perché, visto che al momento pochissime richieste di mutuo vengono accettate…

Trovo sconsiderato far perdere così tanto tempo ad un cliente, sapendo che forse il mutuo non arriverà mai!

Per questo la proposta di acquisto subordinata al mutuo DA SOLA non è per forza l’unica soluzione per salvaguardare un acquirente, anzi… 

C’è un metodo che metto personalmente in pratica per fare in modo che un acquirente sia sicuro al 100% di ottenere un mutuo…  

3. Il metodo per essere sicuro al 100% di ottenere un mutuo e senza alcun timore

Ragioniamo come se dovessimo preparare una ricetta particolare per ottenere un mutuo.

E per questa ricetta hai bisogno di tre semplici ingredienti:

  • Il budget che hai ipotizzato per comprare casa,
  • Un consulente del credito,
  • I documenti per richiedere il mutuo (anagrafici, reddituali e immobiliari).

Ora, se stai pensando di comprare casa, di sicuro ti sarai fatto un’idea del budget che vuoi avere a disposizione.

Se ce l’hai in mente adesso, segnatelo da qualche parte, perché sarà fondamentale fra pochissimo.

Intanto, ipotizziamo che il tuo budget sia di 100.000€.

Andiamo avanti.

Invece, qual è l’obiettivo del consulente del credito in questa ricetta?

L’obiettivo del consulente del credito è di definire quale capacità di mutuo puoi avere.

Che in poche parole significa stabilire: 

 

  • Se nelle tue condizioni finanziarie puoi ricevere un mutuo dalla banca che corrisponda al budget di 100.000€,
  • Qual è la cifra del mutuo che realmente puoi richiedere alla banca o all’istituto di credito.

 

A questo punto puoi anche scegliere con più facilità (da solo o assieme al tuo agente immobiliare) la casa che puoi permetterti.

E solo dopo aver fatto tutto questo puoi cominciare a preoccuparti di presentare i documenti per richiedere il mutuo… NON prima.

E puoi anche fare con più sicurezza una proposta di acquisto subordinata!

Il parere di un professionista ti fa fare un passo nettamente in avanti rispetto a scommettere i tuoi soldi nella speranza di vincere un mutuo.

Ora, lo so che può sembrare troppo bello per essere vero… 

Hai trovato la soluzione per risparmiarti una dolorosa umiliazione… 

Ed è come se ti fossi liberato di un peso prima ancora di caricartelo sulle spalle!

Perché ti senti più sollevato, vero?

Ma vorrei farti tornare un attimo sulla Terra (ma solo per un attimo, lo giuro). 

È importante ricordare che i professionisti si pagano.

E nel caso dei consulenti del credito, possono farsi pagare anche profumatamente per i loro servizi.

Certo, alla pari del peso di cui ti liberano, qualsiasi prezzo può sembrarti ragionevole…

Ma ho una sorpresa per te…

 

Come ottenere GRATIS una consulenza del credito!

Lo so che questo sembra persino più incredibile di tutto quello che ti ho detto fino ad ora… 

Ma voglio rassicurarti… è tutto reale.

Avere gratis una consulenza del credito è possibile… 

Se prendi la coscienziosa decisione di affidarti a Prodigio Immobiliare.

ALT.

Lo so che cosa stai pensando… 

“Vuoi che mi affido alla tua agenzia così poi devo pagare a te la commissione e perdere altri soldi!”

Beh, non te lo nego, hai ragione: preferirei che tu ti affidassi alla mia agenzia e ai miei agenti.

…proprio perché non voglio che tu perda i tuoi soldi e il tuo tempo!

Infatti, se metti sulla bilancia i vantaggi e i risparmi di affidarti a Prodigio Immobiliare, sono tutti dalla tua parte:

  1. Puoi avere a tua completa disposizione una consulenza del credito gratis per scoprire qual è la cifra del mutuo che puoi richiedere ad una banca. Così avrai tutte le informazioni per presentarti alla banca molto più sicuro di ciò che chiedi.
  2. Una volta che avrete stabilito con precisione il budget, un nostro agente ascolterà le tue esigenze e i tuoi desideri e li incrocerà con il nostro database di immobili in vendita.  In questo modo ti proporremo SOLO immobili che ti interessano, risparmiandoti inutili perdite di tempo per vedere case “belle sugli annunci” ma che, o non compreresti neanche sotto tortura, o comunque non potresti permetterti.
  3. Grazie a questi due filtri che restringono in maniera precisa il catalogo degli immobili, e alla nostra garanzia ACQUISTO SICURO, possiamo trovarti casa in meno di 90 giorni. 
  4. In ogni caso, ti sarai portato a casa GRATIS la consulenza… 

Come vedi, i vantaggi di affidarti a PRODIGIO IMMOBILIARE, sono TUTTI dalla tua parte.

Per sfruttarli ti basta chiamare il numero verde 800.514.533.

Oppure inviare un’e-mail all’indirizzo info@prodigioimmobiliare.it.

Oppure ancora, puoi visitare la nostra pagina Facebook per comunicare direttamente con i nostri responsabili.

Ti daremo tutte le informazioni di cui hai bisogno (se non sono riuscito a dartene abbastanza in questa guida).

A presto!

Enzo Columella

Ti è piaciuto il post? Condividi!