Annuncio immobiliare di vendita: ecco i rischi che corri appena ne pubblichi uno (che prosciugheranno il tuo tempo e pure i tuoi soldi)

annuncio immobiliare di vendita - prodigio immobiliare

Forse non lo dico mai abbastanza in questo blog, ma vendere case è un mestiere che prevede una montagna di rischi – tra questi c’è anche scrivere un annuncio immobiliare di vendita.

Lo dico sia da agente immobiliare che in vent’anni ne ha vissute di cotte e di crude, ma anche da osservatore di chi si improvvisa venditore per necessità.

La lezione che ho imparato sui rischi della compravendita immobiliare è la seguente:

Se non sai gestire correttamente la vendita di una casa, rischi di bruciare le risorse che hai a disposizione ovunque sia possibile (tempo, soldi, cervello).

E lì fuori ci sono un sacco di persone, coppie e famiglie che devono vendere la propria casa, ma lo fanno senza considerare tutti i rischi del mestiere (che per l’appunto non è il loro).

Anche tu devi vendere casa e forse non hai ben chiaro da che parte cominciare?

Ho già scritto due articoli su come affrontare la vendita di una casa, su come allestirla in modo da dare una buona prima impressione e su come valutare correttamente un immobile senza fare danni.

Quindi, se sei ancora nella fase prima della pubblicazione dell’annuncio immobiliare di vendita, allora puoi tranquillamente spulciarti quegli articoli, e poi puoi tornare qui.

Se invece hai già pubblicato l’annuncio immobiliare di vendita da poco, allora preparati, perché stai per affrontare assieme a me uno dei momenti più cruciali di tutta la compravendita.

Un po’ come se fosse il penultimo step della corsa, quello decisivo prima di raggiungere il traguardo…

Sei pronto?

Via!

 

I rischi che corri subito dopo aver pubblicato l’annuncio immobiliare di vendita

Se hai già pubblicato un annuncio immobiliare di vendita in realtà possono succedere solo due cose:

  1. Ricevi delle telefonate;
  2. Non le ricevi.

Semplice quanto inesorabile.

Purtroppo neanche noi agenti immobiliari possiamo comandare questo tipo di reazioni, poiché sono insite nella natura umana.

L’annuncio immobiliare di vendita che pubblichi può scatenare SOLO due reazioni: qualcuno si interesserà e ti chiamerà, mentre altri saranno totalmente indifferenti.

È nella natura stessa dell’annuncio immobiliare di vendita.

LO SO che è un concetto banale come fare 1 più 1, ma mi sono reso conto che alcuni venditori ‘fai-da-te’ danno per scontato che qualcuno chiamerà per il semplice fatto che l’annuncio immobiliare di vendita “esiste”.

No, no e poi no!

Al mondo ci sono vagonate di annunci di case che rimangono invendute per anni… ti sei mai chiesto il perché?

Perché nessuno sa fare un paio di calcoli per valutare la casa e un esame di coscienza per confermare che l’annuncio immobiliare di vendita funzioni.

Se non fai queste due cose, puoi pubblicare l’annuncio e correre due rischi.

  1. Potresti aver sbagliato tutto ciò che dovevi fare prima (allestimento, valutazione, etc.) e quindi potresti non ricevere visite, o comunque troppo poche per avere la possibilità di vendere.

Secondo la mia esperienza, questo è ciò che succede la maggior parte delle volte, inutile negarlo.

La foto magari è inguardabile, l’annuncio non dà gli elementi di interesse che servono ad un acquirente, e così via.

In realtà, pochissimi hanno le capacità per comprendere a fondo la compravendita immobiliare e pubblicare un annuncio che spinga un potenziale acquirente a telefonare.

E quei “pochissimi” di solito corrono anche il rischio esattamente opposto:

  1. Iniziano a ricevere fiumi di telefonate in qualsiasi giorno e a qualsiasi ora.

Tu potresti dirmi: “Beh, Enzo, è quello l’obiettivo, o sbaglio?”

Non proprio.

Ricevere telefonate è sì l’obiettivo principale dell’annuncio, ma adesso ti accorgerai che persino questo comporta dei rischi.

 

Sei sicuro di poter rispondere al telefono in qualsiasi momento?

Se stai cercando di vendere casa, immagino tu abbia già dato un’occhiata agli annunci che ci sono in giro per farti un’idea.

Ecco, forse avrai notato una cosa…

Un errore che può trasformare la vendita di una casa in un vero e proprio inferno…

La maggior parte degli annunci di vendita hanno solo la descrizione della casa e un numero di telefono o un’email come contatti.

Ora, segui il mio ragionamento.

Metti caso che sei in riunione e ricevi una telefonata da un numero sconosciuto. Per correttezza decidi di non rispondere e chiudi la telefonata. Poi però, una volta finita la riunione, ti dimentichi completamente di quella telefonata. Poteva essere il tuo acquirente ideale, ma alla fine l’hai dimenticato.

Ecco, fine di una storia triste e disperatamente comune.

Se c’è la possibilità che le telefonate ti arrivino a qualsiasi ora del giorno, tu perdi da subito il controllo sulla vendita della casa.

Rischi di essere disturbato in qualsiasi momento, così come rischi di farti scappare delle occasioni preziose.

Per evitare di trovarti in questa situazione spiacevole che alla lunga potrebbe diventare insostenibile controproducente, devi trovare il modo di dettare TU le regole.

Lo so bene che l’accondiscendenza è importante durante la vendita di una casa, perché rende più facile il rapporto con il potenziale acquirente.

Ma allo stesso modo non puoi permetterti di diventare un centralino pronto ad accogliere le telefonate di chicchessia!

Già se ricevi delle telefonate vuol dire che hai fatto un ottimo lavoro con l’annuncio, che ti permette di stabilire almeno un primo contatto umano con i potenziali acquirenti.

Quindi, perché perdere delle occasioni così preziose?

Se hai la sicurezza che qualcuno ti chiamerà, l’importante è che tu sappia gestire in maniera ‘scientifica’ il flusso di acquirenti. 

Sì, perché una cosa di cui si tiene veramente poca considerazione, è che il flusso di telefonate potrebbe richiedere la stessa gestione della segreteria di un ufficio.

Il primo consiglio che ti do in questo caso è quello di stabilire delle fasce orarie in cui è possibile chiamarti – al di fuori di esse tu non ci sei.

Decidi tu poi che cosa succederà quando queste telefonate ti arriveranno, se è meglio organizzare una visita preliminare con il potenziale acquirente o incontrarlo direttamente in casa.

Alla peggio ti chiederà delle informazioni, ma poi sta sempre a te decidere che cosa fare.

Ora, vorrei metterti in chiaro una cosa che a volte sfugge anche a chi mette le fasce orarie.

Quando stabilisci delle fasce orarie, stai metaforicamente firmando un ‘accordo’ con il tuo potenziale acquirente.

Non voglio dire che è come se la casa l’avessi già venduta, ma che in qualche modo tu da quel momento hai una responsabilità nei suoi confronti.

Sì, hai letto bene: “responsabilità”.

Se tu stabilisci un orario, in quell’orario DEVI rispondere o almeno metterti al sicuro se non puoi farlo.

Questo è il rovescio della medaglia quando scrivi un annuncio e stabilisci delle fasce orarie.

Negli orari in cui ti rendi disponibile, dovrai esserlo davvero, altrimenti rischi di perdere il potenziale acquirente (così come quando non sei disponibile).

Se non sei disponibile in quegli orari (soprattutto se il potenziale acquirente ti chiama rispettando le tue fasce orarie) puoi andare incontro ad ulteriori rischi.

Per esempio, potrebbe dare per scontato che sei una persona poco seria perché non hai mantenuto la parola data.

Da lì è un attimo pensare che non varrà la pena acquistare la tua casa perché potresti creargli altri problemi – fidati.

Nel migliore dei casi ti lascerà un messaggio per essere ricontattato, ma questo succede raramente.

Sì, può essere uno sforzo perché ogni giorno te lo devi ricordare, ma ne vale la pena, perché se non hai delle fasce orarie, corri i rischi che ti riassumo:

  1. Ti telefonano e tu non puoi rispondere perché stai lavorando, stai dormendo, stai accompagnando i figli a scuola…
  2. Ti arrivano telefonate da numeri sconosciuti che dovrai per forza richiamare, sperando che siano disponibili anche loro.

Mentre se stabilisci degli orari precisi (che dovrai rispettare sempre), eviterai questi fastidi.

Soprattutto, non dovrai poi ricrederti tempo dopo e aggiornare l’annuncio, dopo aver perso magari un’ottima occasione.

 

Anche se stabilisci delle fasce orarie precise, il tuo annuncio immobiliare di vendita potrebbe farti entrare in casa gli acquirenti sbagliati

Ecco un’altra questione abbastanza spinosa che se non risolvi subito rischi di perderci davvero troppo tempo.

Una volta che cominci a ricevere telefonate, arriva il momento in cui devi filtrare le richieste.

Anche se si tratta di acquirenti interessati, molti di quelli che ti chiameranno NON sono acquirenti adatti alle TUE esigenze.

Per favore, sfatiamo questa leggenda che se uno ti chiama allora è sicuramente disposto a spendere la cifra che tu hai segnato sull’annuncio.

Purtroppo non è così.

Gli acquirenti si trovano tutti in un enorme calderone da cui pochi escono con l’intenzione sincera di comprarti casa.

In quel benedetto calderone ci sarà di tutto:

  • Curiosoni che visitano la casa anche se non se la possono permettere (altrimenti detti ‘turisti immobiliari’);
  • Acquirenti che “eh, ma prima devo vendere casa mia” (e poi non si mettono d’accordo con te per fare il cambio);
  • Dei “poco di buono” (sì c’è anche questa eventualità, ed è la più spiacevole).

Solo alla fine – quando ormai avrai allontanato le ‘mele marce’ – comparirà l’acquirente ideale.

La domanda che devi porti è: quanto tempo puoi aspettare prima che arrivi la sua telefonata?

Ti posso assicurare che hai pochissimo tempo prima di trovarti inondato da richieste inutili che ti faranno solo perdere tempo.

Ecco, tu dovresti fare in modo di portare a casa tua SOLO gli acquirenti ideali (o quantomeno nella maggior parte dei casi).

Per fare questo, devi armarti di coraggio e, ad ogni telefonata che ricevi, devi fare domande prima di fissare l’appuntamento.

Ricordati solo un paio di accortezze tipo dargli del “Lei” e mantenere sempre un tono cordiale e disponibile.

Ecco qualche domanda da porgli:

 

  • Che tipo di casa sta cercando?
  • Cosa l’ha colpita della mia da volerla vedere?
  • Qualora vi dovesse piacere, che tempistiche avete?
  • Il prezzo è allineato alle vostre disponibilità?

 

Ovviamente prima, ti sarà utile motivare il fatto che porrai delle domande.

(Lo sappiamo che è per scremare da subito i clienti, ma almeno puoi girare questa cosa a tuo favore per sembrare più attento alle SUE esigenze).

Puoi dire ad esempio che “non hai molto tempo libero e onde evitare di perderne tu e farne perdere agli altri hai bisogno di avere qualche informazione

Questa parte è più facile a dirsi che a farsi, ne sono ben consapevole, ma se seguirai i miei consigli, puoi stare certo che avrai ottime chance di vendere casa.

Pensa che ci sono anche miei “colleghi” che la tralasciano…

Ti garantisco che, così facendo, avrai già una chiara impressione su chi c’è dall’altra parte del telefono, oltre al fatto che ti poni già come persona seria e che sa il fatto suo.

 

Forse tutto questo è un po’ troppo stressante?

Posso capire che forse questo tipo di impegno nella vendita di casa tua potrebbe metterti molto sotto pressione.

È una questione di armarsi di un’attenzione profonda che può scombinare anche i tuoi impegni (e spostare la tua concentrazione da un’altra parte rispetto al lavoro o agli affetti).

Quindi posso farti una proposta.

Affidati a me e alla mia agenzia Prodigio Immobiliare e non avrai alcun problema sotto questo aspetto.

Noi di Prodigio Immobiliare sappiamo perfettamente come:

  1. Valutare la tua casa;
  2. Pubblicare un annuncio irresistibile;
  3. Gestire il flusso di richieste e telefonate per far arrivare a casa tua solo i clienti ideali!

E non è finita qui.

Grazie al nostro servizio “Vendita Garantita”, hai la ‘garanzia’ che venderemo casa tua in meno di 90 giorni… con una promessa che va quasi a nostro sfavore.

Funziona semplicemente così: prima un nostro Prodigio Immobiliare ti valuterà casa secondo il nostro sistema di Valutazione Prodigio®, in modo da poterla vende al prezzo migliore e nel minor tempo possibile.

Una volta superati i 90 giorni, continueremo a vendere la tua casa, ma una volta che l’avremo venduta, tu non ci dovrai assolutamente nulla.

Che cosa stai aspettando?

Puoi chiamare al numero verde 800.514.533 oppure cliccare sul banner qui sotto e compilare il modulo!

A presto,

Enzo Columella

Ti è piaciuto il post? Condividi!