Tempi di vendita: quanto tempo ci vuole DAVVERO per vendere casa in provincia di Bari (senza farti abbindolare da numeri ‘fasulli’)

“Quanto tempo ci vuole per vendere casa?”

Questa è, senza alcuna ombra di dubbio, una delle domande che le persone mi pongono più spesso.

Comunque sia, al giorno d’oggi il mercato immobiliare se la passa abbastanza bene, è il caso di ammetterlo con franchezza.

I miglioramenti dopo la crisi immobiliare del 2008 ci sono stati e sono evidenti – penso che nessun agente immobiliare un minimo onesto avrebbe il fegato di negarlo.

Dal 2008, quando è scoppiata la crisi immobiliare a livello globale, i tempi di compravendita delle case sono andati aumentando fino al 2012, ma adesso si sono ridotti come nel periodo prima della crisi.

Quindi fidati che, chiunque dica ancora che il mercato immobiliare è in crisi, o è un agente incapace che vuole giustificarsi, oppure è uno che non conosce abbastanza bene il mercato immobiliare.

Lasciando perdere certi cosiddetti “professionisti” della compravendita immobiliare, torniamo a noi.

Vuoi sapere quanto ci vuole per vendere casa in Italia oggi?

Secondo uno studio recente, in Italia ci vogliono 129 giorni in media.

Facendo un rapido calcolo, sono circa 4 mesi, giorno più/giorno meno.

Se ci pensi bene, comprenderai che si tratta di tempi sopportabili per il tipo di mercato di cui stiamo parlando, che richiede un impegno non indifferente da parte dei venditori, degli acquirenti e degli agenti che cercano di farli incontrare.

MA…

Lo studio che ti ho mostrato poco fa ha dei dettagli nascosti e degli ‘errori’ che molti agenti immobiliari, in special modo nella zona di Bari, non dicono mai ai propri clienti.

Partiamo con il dettaglio.

Lo studio è stato fatto dal più grande franchising immobiliare a livello nazionale.

Ora tu potresti dirmi: “E qual è il problema, Enzo? Vuol dire che ci si può fidare, no?”

Ecco, è proprio qui che ti volevo.

Lo studio ha un enorme problema perché ha tenuto in considerazione solo le 250 agenzie legate al franchising, ignorando in maniera pressoché totale tutte le altre agenzie e le diverse forme di vendita senza intermediari.

Ti riassumo il concetto come se mi uscisse fuori dai denti.

Solo il franchising in questione ci mette 129 giorni, non le altre agenzie.

Secondo te il “Signor Luigi di Calendano” che deve vendere la casa della madre appena scomparsa, riuscirebbe a farlo così presto in autonomia?

È uno studio fallace di per sé ed è anche potenzialmente pericoloso per tutti.

Infatti, le cifre dello studio hanno già fatto il giro dell’Internet e tutti i venditori fai-da-te ne sono stati entusiasti.

Hanno trovato una motivazione in più per non pagare una commissione ad un’agenzia, ma hanno commesso un errore senza saperlo.

Di fatto si sono convinti che vendere casa senza affidarsi ad un’agenzia sia un gioco da ragazzi che può durare più o meno 4 mesi.

Ma permettimi di chiarire questo dubbio e darti un consiglio.

La compravendita immobiliare NON è uno scherzo, e se vuoi farlo da solo, ti consiglio almeno di scaricare QUI la mia guida per vendere casa senza agenzia.

Quantomeno non cadrai nell’illusione che ci vogliano sul serio 129 giorni per vendere casa.

E anche qui devo fare una specifica riprendendo lo studio in questione.

Secondo lo studio, nella provincia di Bari ci vogliono in media 173 giorni per vendere una casa, che è il periodo di vendita più lungo rispetto a tutto il resto d’Italia.

Facendo un altro rapido calcolo, sono all’incirca 5 mesi, anche qui giorno più e giorno meno.

Puoi provare anche solo ad immaginare quanto tempo potrebbe perdere il famoso Luigi per vendere la casa della madre che si trova a Calendano, una frazione in campagna, nella provincia di Bari in cui ci abitano a malapena 150 persone?

Te lo dico io: un anno non basterebbe, a meno che Luigi non incappi in un enorme e miracolosa botta di c… ehm, fortuna.

prodigio immobiliare - tempi di vendita

Quindi, come puoi calcolare in anticipo i tempi di vendita della tua casa?

Forse quello che sto per dirti potrebbe deluderti, ma non posso fare altrimenti.

Non esiste un modo per calcolare in anticipo – in gergo  ‘fare una stima’ – del tempo che puoi impiegare per vendere casa tua.

Per dirla meglio:

È matematicamente impossibile riuscire a inserire in un unico calcolo tutti i fattori coinvolti nella vendita di un immobile, in special modo quelli legati al comportamento umano che non corrispondono ad alcun numero.

Quindi, mi dispiace se messa così non sembra affatto una buona notizia, ma non ti preoccupare troppo, c’è sempre dell’altro…

In realtà è più facile capire quali siano le probabilità che una casa qualsiasi venga venduta, in base a determinati fattori che caratterizzano l’immobile.

Ne vediamo giusto alcuni, così puoi farti un’idea delle probabilità che hai di vendere casa tua quest’anno.

 

1) La posizione dell’immobile è comoda per il potenziale acquirente?

Come puoi immaginare, la posizione in cui si trova la casa è un fattore fondamentale per fare una stima, anche solo a spanne.

Se la tua casa si trova più verso la città – in questo caso Bari – i tempi di vendita si riducono molto rispetto alla media.

Di conseguenza, i tempi di vendita si allungano quando si esce dalla città, anche mettendo piede nelle periferie più vicine come ad esempio Ruvo e Terlizzi.

Il mio personale consiglio, in questo caso, è di affidarti ad un’agenzia immobiliare del territorio che ti garantisca di trovare un acquirente nel minor tempo possibile.

 

2) Il prezzo della casa è allettante?

Questo è ovviamente uno di quegli argomenti per cui bisognerebbe spendere pagine e pagine per esaurirlo, perciò vedrò di essere rapido.

Più il prezzo della casa ‘fa gola’ ai potenziali acquirenti, più probabilità ci sono che i tempi di vendita siano rapidi.

Però qui vedi di fare ESTREMA attenzione.

Come dico da un po’ di tempo, ci sono tanti (ma a mio parere troppi) venditori che preferiscono far crollare il prezzo di una casa, pur di togliersi le castagne dal fuoco.

Lo so che avere una casa che non usi è una grossa seccatura, ma assegnarle un prezzo troppo basso porta con sé diversi rischi.

(Senza considerare che poi, con tutte le spese che ne conseguono, la cifra reale che ti entrerà in tasca si ridurrà ancora di più).

L’importante è riuscire a valutare l’immobile in maniera corretta, senza commettere errori che potrebbero erodere sia la tua riserva economica che mentale.

Anche se poi il prezzo può sembrare molto alto, il massimo che puoi rischiare è di trovare un potenziale acquirente che ti chiederà di diminuirlo ulteriormente.

Ma questo è un fenomeno fisiologico della vendita (non possiamo farci niente). 

Potrebbero allungarsi i tempi di vendita, certo, ma almeno avrai più probabilità di incontrare dei potenziali acquirenti davvero interessati.

Dall’altra parte, se deciderai di tenere un prezzo basso, rischierai di attirare potenziali acquirenti che, quasi paradossalmente, saranno interessati ad ottenere un prezzo ancora più basso.

La scelta sta sempre a te in questo caso: preferisci sbolognare subito casa tua ad un prezzo ridicolo, oppure aspettare un po’ più di tempo per vendere la casa al prezzo che meriti?

Sta a te decidere, io ti ho avvertito.

 

3) L’immobile è in buone condizioni?

Dovresti chiedertelo nel momento in cui decidi che è arrivato il momento di vendere casa.

Fidati, è uno dei punti più cruciali della vendita, e quello che potrebbe fregarti nel momento in cui un acquirente sta per firmare.

Anche se prima di far entrare il cliente in casa i tempi possono essere lunghi, tu hai comunque una probabilità di fargli comprare la casa.

Prova ad immaginare che cosa significa se poi lui entra in casa e la trova in condizioni discutibili.

Puoi stare sicuro che non tornerà neanche per dargli una seconda occhiata, ed è proprio questo il problema.

Una casa non in buone condizioni può fulminare la vendita all’improvviso.

Probabilmente ti stai già gustando la vendita, e invece niente da fare.

Quindi, se vuoi ridurre i tempi di vendita, è il caso che tu la rimetta anche a posto, così come ho scritto approfonditamente in questo articolo.

 

Il metodo sicuro per ridurre drasticamente i tempi di vendita (senza mettere a rischio i tuoi soldi e le tue facoltà mentali)

Ti faccio un’ultima domanda prima di concludere.

Secondo lo studio di cui abbiamo parlato, qual è la città in cui si vende casa più velocemente?

Bologna.

E quanto tempo ci impiegano per vendere una casa?

94 giorni.

Un mese in meno rispetto alla media nazionale, due mesi in meno rispetto a Bari e provincia.

Non male, non male.

Ma lo ricordo: sono dati calcolati dal più grande franchising immobiliare d’Italia sulle sue stesse agenzie.

È praticamente impossibile, come avrai capito, che un venditore “fai-da-te” riesca a portare a termine la vendita in autonomia.

Questo significa una cosa sola, cioè che per riuscire a raggiungere quell’obiettivo, hai bisogno di un agente immobiliare che ti risolva il problema e riesca a venderti casa.

Ora, vuoi sapere quanto ci mettiamo noi agenti di Prodigio Immobiliare per vendere una casa?

90 giorni.

Non sto scherzando, a Bologna sono più lenti di noi di 4 giorni (tiè).

E no, non sto neanche facendo una media complessiva, altrimenti potremmo ridurre quel numero.

La vendita della tua casa con noi di Prodigio Immobiliare è garantita.

Per spiegarmi meglio: sappiamo di riuscire a vendere la tua casa in 90 giorni e te lo promettiamo.

Prima ti valutiamo la casa secondo il nostro metodo di Valutazione Prodigio®, in modo da stabilire il prezzo per riuscire a vendere la casa al miglior prezzo e nel minor tempo possibile.

Se una volta trascorsi i 90 giorni non saremo riusciti a venderti casa alle nostre condizioni, noi continueremo a venderla, ma alla fine, una volta venduta, non ci dovrai alcuna commissione.

Per saperne di più puoi telefonare al numero verde 800.514.533 oppure compilare il modulo che trovi cliccando sul banner qui sotto!

Stai aspettando ancora a chiamare?

Guarda che i 90 giorni partono da quando hai firmato! 😉

Ti è piaciuto il post? Condividi!